Casa di Paraggi


Il dipinto digitale, realizzato nel 2014 con Adobe Ideas, rappresenta la casa di Paraggi dove abbiamo passato bellissimo anni. La casa, che si trova sulla collina a ridosso dell’abitato a circa 80 m s.l.m., è immersa nella macchia mediterranea, circondata da alberi di ulivo, alti cipressi, eucalyptus, palme ornamentali. Il giardino a balze è qui rappresentato in un secondo dipinto digitale. Un’intera piana è dedicata ad orto coltivato con passione.

Il castello di Paraggi


Realizzato nell’estate del 2015, il dipinto digitale rappresenta il castello posto sul promontorio che chiude a levante la baia di Paraggi colto di primo mattino e visto dalla strada provenendo da Portofino. Pubblicato sul mio Blog di Tumblr ha ricevuto 21 adesioni.

La costruzione del castello di Paraggi fu decisa nel 1626 dalla Repubblica genovese a difesa del territorio e della costa lungo il promontorio di Portofino. Il castello fu occupato dalle truppe francesi di Napoleone Bonaparte tra il 1812 e il 1814 ai tempi della Repubblica Ligure. Oggi la struttura è adibita ad abitazione privata.

Le Odle al tramonto


Il dipinto digitale, realizzato con Paper 53 nell’estate 2014, mostra le Odle, magnifiche Dolomiti che separano la Val di Funes (Villnösstal) dalla Val Gardena (Grödnertal) viste da un balcone dell’Hoyel Tyrol a Santa Magdalena, alla fine della Val di Funes. Al tramonto lo spettacolo è fantastico ed emozionante: la roccia dolomite aasume una colorazione da giallo oro a rosso infuocato. Pubblicato sul mio Blog di Tumblr ha ricevuto 29 adesioni.

Il lago di Como da Bignanico in inverno


Il dipinto digitale rappresenta il panorama del lago di Como visto da una terrazza di Bignanico in inverno. In primo piano una lunga aiuola di erica, che fiorisce in febbraio. Sulla destra un gruppo di pini coprono parzialmente la vista del lago sul quale, al centro, si affacciano alcune ville. Sullo sfondo i monti che circondano il lago con la montagna di Brunate e il faro di San Maurizio. Pubblicato sul mio Blog di Tumblr ha ricevuto 23 adesioni.

Panorama dal Capo di Portofino


Il dipinto digitale, realizzato nel 2015 con Paper 53, rappresenta il panorama dal Capo di Portofino. In primo piano, sulla sinistra, si nota una grande dimora con un enorme pino marittimo. Al centro una serie di edifici immersi nella vegetazione tipica della zona con cipressi, piante sempreverdi e macchia mediterranea. Sullo sfondo e a destra il mare. Pubblicato sul mio Blog di Tumblr ha avuto 53 adesioni.

Cesto di verdura dall’orto di Paraggi


Realizzato nell’estate del 2015, il dipinto digitale ritrae un grande cesto di verdura proveniente dall’orto di Paraggi: fiori di zucca, peperoni e grandi melanzane. C’é chi assicura che a portare il cesto sarei stato io stesso. Realizzato con Paper 53 è stato pubblicato sul mio Blog di Tumblr dove ha ricevuto 29 adesioni.

Giardino di Paraggi


Il dipinto digitale, realizzato con Paper 53 all’inizio dell’estate 2015, mostra la parte del giardino di una casa di Paraggi prospiciente l’ingresso. Sulla destra si notano due possenti cipressi e, tra di essi, piante di ulivo. Sulla sinistra un muro di sostegno a secco coronato da una siepe e da uno steccato a sostegno della vigna. Sullo sfondo la ricca vegetazione mediterranea racchiude e isola la casa. Pubblicato sul mio Blog di Tumblr ha ricevuto 30 adesioni.

Funghi porcini della Val di Funes


Il dipinto digitale, realizzato con Paper 53 nell’estate 2014, mostra un tavolo da giardino ricolmo di funghi porcini raccolti da mio fratello Marco in un giorno particolarmente fortunato. L‘Hotel Tyrolé un albergo molto accogliente, posto a Santa Magdalena, alla fine della Val di Funes (Villnösstal), a ridosso delle Odle, magnifiche Dolomiti che separano la Val di Funes dalla Val Gardena. Pubblicato sul mio Blog di Tumblr ha ricevuto 66 adesioni.

Portofino – Il porto visto dal molo dei pescatori


Il dipinto digitale, eseguito nel 2014, rappresenta il porto di Portofino visto dal molo dei pescatori in una bella giornata di giugno. In primo piano si notano un’Ape, un grande armadio di servizio ai pescatori e alcune sedie un po’ sgangherate. Alle spalle di questi vi è un peschereccio, il famoso Albatros e, dietro di questo, una pluralità di imbarcazioni, dai gommoni alle barche a motore e a vela di tutte le dimensioni. Sullo sfondo si staglia il borgo con le variopinte facciate delle case dove, a sinistra, si nota il campanile della chiesa di San Martino. Alle spalle del borgo si erge la montagna con ulivi argentei, altre piante sempreverdi e macchia mediterranea. Sulla montagna si intravedono nella vegetazione ville e giardini mentre, a destra, si nota l’Hotel Splendido. Il dipinto, eseguito con Adobe Ideas (ora Adobe Draw) mi tenne occupato per un paio di mesi. Pubblicato sul mio Blog di Tumblr ha avuto 34 adesioni.