Il centro di Como visto dal lago


La fotografia mostra il centro della città di Como con la cupola della Cattedrale o Duomo che sovrasta gli edifici circostanti per imponenza e grandiosità. In primo piano si nota una parte della Piazza Cavour, con Piazza del Duomo le più importanti della città. Piazza del Duomo, che non si vede perché nascosta da alcuni edifici, è prospiciente la facciata della Cattedrale e il campanile a torre. A riva è ormeggiato un battello di grande stazza, una volta a propulsione a vapore mediante una grande pala posta sul fianco. Sullo sfondo vi sono le colline che coronano a sud la città.

Como – Alba di fuoco


La fotografia mostra la città di Como, vista da Bignanico, in un’alba invernale. La grande luce alle spalle della città, dietro le colline che la coronano a sud, si riflette nel primo bacino del lago creando un’atmosfera quasi crepuscolare. Sull’orizzonte, leggermente spostato rispetto al centro dell’immagine spunta la gobba del Monte Orfano, così detto perché isolato.

La passione dei funghi


Mio fratello Marco ha sempre avuto la passione dei funghi fin da bambino. Riusciva a trovare i funghi dove altri, me compreso, non ne vedevano l’ombra. La Val di Funes (Villnösstal)è la sua palestra preferita dove da venticinque anni passa due settimane in agosto. Una volta raccolti i funghi, li pulisce con cura destinandone una parte alla preparazione di tagliatelle ai funghi per tutti gli amici dell’Hotel Tyrol, mentre l’altra parte, tagliata in fettine sottili viene essicata al sole, pronta per essere utilizzata d’inverno per cucinare un ottimo risotto ai funghi oppure come ingrediente principe di brasati e stufati di carne. Nella foto esibisce due giganteschi porcini raccolti durante un’uscita fortunata nell’anno del suo 70° compleanno.